Incontri e Convegni - Italia

I'm late, I'm late

 

Torino
27 febbraio 2013

INTORNO AL NUMERO D’ORO
incontro tra arti visive, matematica e musica.

Intervengono:
Ugo Nespolo, artista
Federico Peiretti, matematico
Gianluigi Bruera, musicista
Organizzato dal Liceo Cavour nella sede del Teatro Astra
Mercoledì 27 febbraio 2013, dalle ore 10 alle ore 12.

Il numero d’oro (1,618...) racchiude dall’antichità a oggi i segreti della bellezza e dell’armonia, tanto da essere stato battezzato per l’appunto, “d’oro”.
Il numero d’oro esprime una proporzione tra differenti dimensioni e si ritrova ovunque: nel ritmo della musica e della poesia, in natura nel corpo umano, negli alberi e nei fiori, nelle opere dei grandi artisti (nella Venere di Botticelli come nella Gioconda di Leonardo da Vinci), negli edifici più celebri del passato (dalla Piramide di Cheope al Partenone alla Cattedrale di Notre Dame), nei palazzi di molti architetti moderni.
Come i maestri del passato, l’artista visivo Ugo Nespolo, ha interpretato il tema divina proporzione nelle sue differenti applicazioni - pittura, architettura, musica, letteratura, matematica, scienza - creando venti tavole in serigrafia, accompagnate con annotazioni e citazioni sul tema.
È parte integrante del progetto Numero d’oro, il volume pubblicato dalla UTET che contiene le tavole serigrafiche di Ugo Nespolo e il trattato sulla proporzione aurea scritto dal professor Federico Peiretti che in uno stile accattivante e divulgativo spiega cos’è il numero d’oro e racconta la sua affascinante storia nel corso dei secoli.
Partendo da queste premesse, sono stati invitati Ugo Nespolo e Federico Peiretti, autori del libro d’artista, insieme al musicista Gianluigi Bruera che propone un intervento musicale interpretando un brano di Claude Debussy La Cathédrale engloutie ("La cattedrale sommersa") nella cui struttura ritroviamo molti numeri della sequenza di Fibonacci, strettamente collegati alla sezione aurea. Federico Peiretti pe questa occasione ha preparato un intervento intitolato Il numero venuto dalle stelle, il numero più amato da artisti e matematici da Fidia a Leonardo da Euclide a Tartaglia. Le opere di Nespolo saranno proiettate e commentate durante l’incontro previsto in mattinata. La presentazione è rivolta a tutti gli allievi ed ex allievi del Liceo fino ad esaurimento di posti (circa 250), dando la priorità agli studenti degli indirizzi musicale e comunicazione.

 

 

Torino
7 marzo 2013

Matematica, Suoni e Musica
organizzato dal Corso di Laurea in Ingegneria Matematica del Politecnico di Torino
in collaborazione con il Progetto Polymath

“La musica è una scienza che deve avere regole certe: queste devono essere estratte da un principio evidente, che non può essere conosciuto senza l'aiuto della matematica. Devo ammettere che, nonostante tutta l'esperienza che ho potuto acquisire con una lunga pratica musicale, è solo con l'aiuto della matematica che le mie idee si sono sistemate, e che la luce ne ha dissipato le oscurità”,
Trattato dell'armonia ridotto ai suoi principi fondamentali (1722)
Jean-Philippe Rameau, compositore francese e teorico della musica.

Giovedì 7 marzo 2013,
Aula Magna del Politecnico di Torino
,
corso Duca degli Abruzzi 24, Torino.

9-9.15 Saluti di apertura

9.15-10 La musica degli automi: una nuova matematica per una nuova musica
Luisella Caire
Dip. Scienze Matematiche, Politecnico di Torino

10-10.45 Suoni, onde, armonie
Valeria Chiadò Piat
Dip. Scienze Matematiche, Politecnico di Torino

10.45-11.15 Intervallo

11.15-12.30 La geometria delle variazioni Goldberg
Giorgio Bolondi
Dipartimento di Matematica, Università di Bologna
accompagnato dalla pianista Chiara Bertoglio


Ingresso libero, si raccomanda la prenotazione per le classi: polymath@polito.it

 


Venezia
22 - 24 marzo 2013

Matematica e Cultura 2013

All'Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti, Palazzo Franchetti,
Venerdì 22 marzo 2013, alle ore 15.00 inaugurazione con Matematica e arte:
Linda D. Henderson
Texas University
"Science Fiction and the fourth Dimension"

Elisabetta Barisoni
MART e Università Verona
"Dal moderno all'eterno: arte e matematica nel ritorno all'ordine degli anni venti"

Il convegno, della serie iniziata nel 1997, intende proseguire nell'analisi delle possibili connessioni tra la matematica e altri aspetti del sapere umano.

Tra i temi trattati nella nuova edizione: matematica e arte, matematica e applicazioni, matematica e letteratura, matematica e musica, matematica e architettura, matematica e cinema, matematica e teatro.
Il programma sarà pubblicato entro il mese di ottobre.

È prevista una tassa di iscrizione di 150 €.
Gratis gli studenti.
Le iscrizioni sono a numero chiuso.

Informazioni: http://www.mat.uniroma1.it/venezia2013/