The masters of the subtle schools
are controversial, polymath

T. S. Eliot

 

 

Il Progetto Polymath intende offrire l'occasione di un incontro e di un confronto per una nuova matematica nella scuola. Vuole contribuire a diffondere un'immagine della matematica meno fredda e meno antipatica di quella che si trova fra gli studenti e in generale nell'opinione pubblica. Si rivolge a quanti sono interessati ad approfondire la propria cultura matematica e, in primo luogo, agli insegnanti e agli studenti delle superiori, con i quali intende stabilire un collegamento diretto, al fine di collaborare al necessario rinnovamento dei programmi di matematica, ormai obsoleti, fermi all'Ottocento. I nuovi strumenti della Tecnologia dell'Informazione e della Comunicazione stanno trasformando radicalmente la nostra società e anche la scuola sta cercando nuovi metodi e nuovi percorsi. L'insegnamento della matematica deve passare dal calcolo al ragionamento, non è più sufficiente la conoscenza di qualche formula e di banali applicazioni. La "società dell'informazione" richiede competenze ben diverse, nuove abilità per analizzare dati e situazioni sempre più complesse, per risolvere nuovi, affascinanti problemi ed è necessario per questo conoscere i nuovi strumenti critici, indispensabili per poter partecipare da protagonisti ai rivoluzionari cambiamenti in atto.

La matematica può essere il cardine della attuale "rivoluzione digitale", purché sappia rinnovare le proprie strutture e trovare un rapporto più diretto e più moderno con gli studenti e con la società. Il Progetto Polymath intende offrire occasioni e spunti di riflessione e di dibattito, con materiali da utilizzare in classe, problemi, giochi, lezioni, oltre ad aggiornamenti, informazioni e proposte che possano portare, con la collaborazione di insegnanti e studenti, a nuovi percorsi e nuovi risultati.

In questo modo si intende anche mettere in evidenza, per quanto riguarda la matematica, quale debba essere la preparazione di base richiesta allo studente che intende frequentare il Politecnico di Torino. La collocazione in rete del Progetto Polymath consentirà infine di portare questa esperienza al di là di qualsiasi confine locale, con un collegamento alle diverse esperienze, e molte di alto livello, già avviate non solo nel nostro paese.

Ritorna alla home page