Innovation Design Lab | BlueTotem

Il progetto si propone di studiare e realizzare un nuovo servizio in grado di elaborare la complessità, restituendo semplicità e comfort all’utente finale, tenendo conto della progettazione dei sistemi multisensoriali di informazione e comunicazione.

Le città come i piccoli paesi, stanno lentamente cambiando anche in risposta ad un contesto in cui le complessità tecnologiche e sociali sono sempre crescenti; variano infatti le esigenze e le abitudini dei cittadini i quali richiedono sempre nuove modalità di espressione, interazione e relazione.
Al fine di raggiungere un alto livello di coinvolgimento diventa fondamentale l’utilizzo di un approccio bottom-up che stimoli i cittadini a intraprendere una serie di azioni per migliorare la qualità della città, aumentando così il loro livello di consapevolezza, innescando azioni virtuose anche grazie all’utilizzo di tecnologie digitali e ai suoi risvolti su comunicazione e rete sociale.

Nello specifico la ricerca ha visto l’indagine dei comportamenti e delle esigenze del singolo e della comunità attorno al tema dei rifiuti, anche grazie all’analisi di casi studio ed esperienze nazionali e internazionali.

Scopo del progetto è stato quello di integrare sistemi differenti, facendoli comunicare e interagire, fornendo soluzioni globali attraverso un sistema-oggetto innovativo e sostenibile, capace di integrare interazione reale e virtuale, fisica e digitale. Il risultato ha visto la creazione di un vero e proprio hub cittadino, in grado di dialogare in modo trasparente con la comunità, intercettando le esigenze ed i desideri legati al territorio.
Un prodotto, interamente digitale e interattivo per mappare le problematiche del territorio e avviare la prima azione di finanziamento tramite un servizio crowdmapping, trasformando il semplice gesto del buttare la bottiglietta in PET in un’azione coinvolgente e ricca di significati.

Ad un anno dalla chiusura dei lavori, in occasione della prima edizione della Polito Sustainability Week 2016, ha avuto inizio la sperimentazione del progetto presso la Cittadella del Design e della Mobilità sostenibile; durante tale sperimentazione, della durata di un anno, si assisterà ad una vera e propria metamorfosi del sistema-oggetto anche grazie ad i feedback che verranno raccolti in seguito all’utilizzo e all’interazione con lo stesso.

Politecnico di Torino