CALCOLATORI PRODIGIO

di Giovanni Pasqua Roxy
info@mirabiliabooks.com

 

Siamo d’accordo con Leibniz che, nel 1671, scriveva: “Non è degno di un uomo eminente perdere tante ore, come uno schiavo, in lavori di calcolo che chiunque potrebbe risolvere se venisse utilizzata una macchina”. E siamo naturalmente per l’introduzione delle calcolatrici e dei computer in classe, anche nelle verifiche, perché togliendo la fatica del calcolo resta più spazio per il ragionamento e l’intuizione.
Ma il calcolo è importante, fondamentale, tanto più oggi nell’era dei computer. Non dev’essere però il calcolo per il calcolo, con esercizi inutili e ripetitivi. Dev’essere presentato come gioco, nella sua evoluzione storica e attraverso le possibili applicazioni. Non esistono, neanche in matematica, regole di calcolo assolute; come insegna, ad esempio, la matematica vedica, non esiste un’unica strada per risolvere una divisione o un’equazione. Ed è per questo che ritorniamo volentieri al calcolo mentale, un gioco al quale si sono dedicati anche molti illustri scienziati.
Presentiamo le slides di una conferenza tenuta a Los Angeles, nel novembre del 2007, sui Lightning calculators, da Giovanni Pasqua, che ringraziamo per la disponibilità.
Giovanni Pasqua vive e lavora a Torino. Dall'età di 7 anni si interessa di prestigiazione (nome d'arte: Roxy), e nel 1971 ha fondato il Circolo Amici della Magia di Torino, conducendone poi l'attività per 35 anni.
Colleziona e studia libri antichi di prestigiazione. La sua biblioteca consta di circa 3.000 volumi, a partire dal 1500. Attualmente si dedica a ricerche sulla storia della magia. La conferenza sui Calcolatori prodigio (Lightning calculators) è stata presentata al Tenth Los Angeles Conference on Magic History, il più importante dei congressi sulla ricerca storica della magia che si svolge ogni due anni negli Stati Uniti.

Presentazione in formato HTML (ottimizzata per Internet Explorer 6 o superiore)

Presentazione in formato PowerPoint compresso (ppt-zip, 21MB)