MISURA DELLA PORTATA

Sono stati utilizzati due metodi:

  1. Metodo fisico

Per misurare la portata del torrente con questo metodo si utilizza un correntometro.

Lo strumento Ŕ costituito da due parti unite da un’asta:

SENSORE: Ŕ costituito da un’elica (H) che si adatta facilmente alla velocitÓ dell’acqua; quest’ultima provoca una rotazione dell’elica stessa che genera un impulso in un sistema formato da un piccola massa magnetica (M) e un interruttore (C)

PROCESSORE: gli impulsi generati sono elaborati da un circuito digitale che trasforma la frequenza in velocitÓ. Il sistema fornisce i valori di velocitÓ media

 

METODICA OPERATIVA SUL CAMPO

  1. Individuare un punto del torrente dove effettuare le misure; deve essere scelta una sezione del torrente/fiume in cui l'acqua non fluisca in maniera turbolenta
  2. Azzerare il correntometro e introdurlo nell'acqua
  3. Muoverlo lateralmente, ne contro, ne a favore della corrente per trenta sessanta secondi
  4. sollevare rapidamente lo strumento dall'acqua e leggere la velocitÓ media riportata sul display
  5. con l'aiuto di una barra graduata prendere le misure della profonditÓ dell'acqua nella zona selezionata
  6. misurare con un metro la distanza tra una riva e l'altra del torrente/fiume e annotare il valore
  7. mantenendo il metro in posizione misurare la profonditÓ ogni due metri, lungo tutta la larghezza del corso d'acqua
  8. ripetere il procedimento negli altri punti scelti per le misure

ELABORAZIONE DATI

PORTATA = VELOCITA X SEZIONE

 

La portata viene calcolata in m3/s, in seguito trasformata in L/s.

Per calcolare la portata specifica in L/s*km2 Ŕ necessario conoscere l’area del bacino idrografico, misurato in km2. A tale scopo si utilizza una piantina della zona interessata e un foglio di carta da lucido millimetrata per ricalcarne la superficie. Si contano i quadrati occupati dalla conca che ci interessa e si moltiplica il numero in cm2 per 0.09.

 

PORTATA SPECIFICA= PORTATA/AREA DELLA CONCA IDROGRAFICA

  1. Metodo chimico:

 

Il metodo fisico pu˛ essere utilizzato in torrenti in cui il moto non sia troppo turbolente e dove sia quindi possibile sceglire una zona del torrente dove il flusso d’acqua segua un regime il pi¨ possibile laminare. Quando ci˛ non Ŕ possibile come ad esempio in casi di grande pendenza si pu˛ utilizzare il metodo chimico.

 

Il metodo consiste nel "marcare" il corso d’acqua con volume noto di una sostanza che si possa in seguito identificare. Si pu˛ utilizzare una soluzione concentrata di un soluto esente da rischi per la salute umana e per l’ambiente (quale per esempio NaCl) e come detto facilmente identificabile. A tale scopo Ŕ necessario prelevare una serie di campioni di acqua ed analizzarli in laboratorio. Utilizzando NaCl si possono utilizzare vari metodi:

Esiste tuttavia una terza possibilitÓ, infatti la correlazione tra la concentrazione di sodio e la conducibilitÓ dell’acqua (misurabile con un conduttimetro da campo) Ŕ molto buona, si possono utilizzare solo i dati di conducibilitÓ raccolti sul campo

 

 

METODICA OPERATIVA SUL CAMPO

  1. scegliere una parte del fiume in cui ci sia spazio sufficiente per lavorare tranquillamente

  2. misurare la conducibilitÓ dell'acqua e prelevarne un campione  (numero 0)

  3. 100-200 metri a monte della zona scelta sceglliere la misura e svuotare la soluzione di NaCl

  4. controllare con un conduttimetro la conducibilitÓ dell'acqua e mantenendo la sonda costantemente sommersa

  5. con l'aiuto di una barra graduata prendere le misure dela profonditÓ dell'acqua nella zona selezionata

  6. dal momento in cui la conducibilitÓ aumenta prelevare un campione d'acqua ogni 10 secondi continuare in questo modo fino a quando la conducibilitÓ non assuma valori costanti

 

ELABORAZIONE DATI

DETERMINAZIONE DELLA PORTATA DAI DATI DI CONDUCIBILITA’

 

  1. Si riportano in un grafico i dati di conducibilitÓ contro i tempi di prelievo
  2.  

  3. Si calcola l’incremento medio di conducibilitÓ c in m S:

c = media dei dati – conducibilitÓ campione 0

  1. Si calcola quindi il volume di acqua (V) che Ŕ passata tra il tempo t0 e il tf:
  2.  

    V =v Ě C/c

    v = volume in L della soluzione concentrata di NaCl

    C = conducibilitÓ della soluzione concentrata di NaCl

    c = incremento medio di conducibilitÓ

  3. Si calcola la portata

Portata = V/t (m3/s)

t = tf – t0

 

DETERMINAZIONE DELLA PORTATA MEDIANTE SPETTROFOTOMETRIA A FIAMMA

  1. Determinare la concetrazione di sodio in tutti i campioni mediante spettrofotometria di fiamma
  2.  

  3. Riportare in un grafico i valori ottenuti contro i tempi di prelievo

 

 

Per il calcolo si procede poi come riportato nel caso precedente.